autunno

autunno

mercoledì 30 settembre 2015

ALLERGIE

1992.  Isola di Tenerife. in viaggio di nozze. incontriamo una coppia pugliese. una simpatia unica.

lavoravano entrambi alla gessica gelati, ma non erano per niente freddi. anzi!

  una sera decidiamo di girare l'isola in macchina.

 fittiamo una seat marbella rossa. una serata intera 12.000 lire.
giriamo. ogni tanto ci fermiamo a bere qualcosa.

intorno alla mezzanotte la signora pugliese inizia ad avvertire un leggero mal di testa, che si fa sempre più forte col passare dei minuti. decidiamo di uscire in cerca di una farmacia aperta.
 anche se è notte, sull'isola per forza una farmacia  sarà aperta. qualcuno ci rassicura.

 non conoscendo i luoghi, giriamo con la macchina fino alle quattro, chiedendo indicazioni in pugliese.

 finalmente troviamo una farmacia aperta dall'altro lato dell'isola.

 la signora contenta che con la pasticca avrebbe risolto il problema.

il marito scende a comprare il medicinale. risale in macchina. consegna alla moglie il farmaco. la signora legge e si mette ad urlare: è allergica a quel principio attivo.

io e giulia a ridere come matti. il marito a gridare e a bestemmiare in pugliese.
ancora ce l'ho davanti agli occhi.

alla fine scoppia a ridere e dice alla moglie questa frase " è dolc mbocc?  e ngol? -

 non me lo potevi dire prima che eri allergica! abbiamo girato tutta l'isola!

 e ancora " -ma tu, sei venuta, o ti c'ianno mandata?"

e noi ancora a ridere.



non ci siamo più visti ne sentiti. simpaticissimi.

provo oggi tramite fb a rintracciarli, se l'allergia non li ha allontanati.

lunedì 28 settembre 2015

ACQUA SU MARTA



…a guardare il suo corpo nudo, con la debole luce del crepuscolo, mi dava un senso di pochezza estrema. Perché lei era così bella, più bella di qualsiasi descrizione io riesca a dare.
 La prima cosa che ho pensato quando mi è apparsa senza vestiti addosso è stata “allora Dio esiste davvero.”
 La perfezione del suo corpo non poteva venire che dalle mani di un dio che probabilmente l’aveva creata per lui in un luogo altro.

Per un caso fortuito era finita sulla terra, e per un caso ancora più fortuito nella mia vita.

 Quello che più mi impressionava erano però i lineamenti del suo volto su quel corpo da inferno, che rievocavano immagini irreali di un disegno astratto, che difficilmente credevo possibile nella realtà.
Sarei stato lì a guardarla per ore, tanto quell’immagine era perfetta da contemplare. Se non fosse stato così breve  il tempo rubato per i nostri incontri,  probabilmente l’avrei sfiorata solo dopo averla guardata una notte intera.


La tranquillità del luogo regalava una pace interiore vicina all’oblio. La sua pelle morbida, unta da un lieve piacevole sudore, profumato della sua essenza, era da baciare millimetricamente, in un turbinìo di sensazioni che volevo non finissero mai.

Il rincorrersi del tempo, che in quegli attimi sembrava rallentare, in realtà giocava anche lui assieme a noi ma era molto più bravo e  furbo, anche se in un primo momento sembrava perdere.
 Prendeva la sua rivincita quando all’alba, addormentati dopo una notte di estenuanti giochi d’amore, ci coglieva impreparati al suono della sveglia, che doveva condurci in fretta alla nostra quotidiana routine.


Tratto dal romanzo : “la ragazza disegnata” - di mimmo sola

domenica 27 settembre 2015

SPIEGAZIONI PARADOSSALI : intervento Divino

Mi chiedo spesso quale sia il limite della realtà quindi dove comincia la fantasia.
 e per quanto ancora dovremmo sopportare l'arroganza del comportamento umano.

 la realtà, è quello che la gente crede, o altro? il caso auto taroccate è l'ultimo esempio su larga scala di come il mondo va avanti grazie alla fantasia, in questo caso bugia, rispetto alla verità.
ma se la verità è reale e lo è anche la bugia, e si mette in giro una fandonia per questioni economiche, di profitto; che senso ha la dottrina economica così come la si studia a scuola?  e che senso ha tutto il pragmatismo tedesco? e tutte le teorie keynesiane? e tutti i sacrifici richiesti sempre ai più deboli?

voi mi direte ma la dottrina è legge, sono i contenuti da scegliere...
è tutta un'ipocrisia. oramai ci vuole il Padreterno.

se ad esempio si facesse una legge che per ogni opera d'arte posseduta aumentiamo il pil di una percentuale, poichè potenzialmente quell'opera d'arte ha un valore aggiunto indefinito a seconda dei visitatori che la ammireranno ammesso che i musei siano aperti, i servizi di trasporto non in sciopero, le città pulite, i depuratori che funzionano, la viabilità sistemata, le infrastrutture che servono realizzate, le cattedrali nel deserto utilizzate per culti dove non serve l'acqua, anche santa ; non avremmo forse fatto economia?  e se si facesse una legge che per ogni migrante ospitato aumentiamo il pil se creiamo posti di lavoro dove servono e dove gli italiani sono poco avvezzi, vedi la difesa del territorio, la pulizia dei fossi e dei canali, lavori di manutenzione, lavori pesanti;  non facciamo forse economia?
e perchè per forza dobbiamo imputare un valore aggiunto su cose inutili e/o false e non ci concentriamo sull'uomo, la sua integrità, la sua essenza?

il discorso è lungo e complicato. ma sto organizzando un convegno.

di sicuro saremo in tre: io, il mio cane, la  memoria che non ho.




opera d'arte di mimmo sola titolo : w l'intervento Divino. (la bottiglia dietro oramai vuota rappresenta l'uomo moderno con i suoi pseudoidoli e valori che non servono a nulla.)

belle belle

      castelluccio inferiore e superiore e valle del lao da donna bianca mormanno parco del pollino

sabato 26 settembre 2015

POESIE DI DOMENICA (O) MIMMO

Premessa. venerdì 18 settembre un drago alato ha seminato il terrore su Cirella di Diamante, causando un vasto incendio sui monti di Orsomarso. sono intervenuti tre canader venerdì  e sabato per domare l'incendio. io ero al mare e ho documentato il tutto con le foto che pubblico. grazie a tutti per l'attenzione ma sopratutto per la comprensione.
il tema dominante è "migranti". la falsità umana, l'ipocrisia, che affida colpe ad altri quando l'evidenza fa male. 

foto vere, senza ritocchi o trucchi. (anche perchè non sono capace!)

  COLORI MEDITERRANEI D'INCENDI DI SETTEMBRE



pochi rossi spiagge di ombrelli
 pescano giallo il sole
canne si piegano in rive
 sull'azzurro
che torbido di acque sembra
veloce il vento l'onda blu
 in bianco cambia
chino riempi l'anfora 
liquido colorato 
magico diventa
 trasparente

aerei caricano indaco
 scrosciando al rosso
nel ritornare quiete

verde possa rifiorire
in un'annata di funghi
 e macchia amara

pascoli impervi di animali antichi
uomini persi 
al suono di campane

senno rovi e spine
mescola colori adesso

mediterraneo mare

 questo giogo duro

eterno lieve

umano

possa continuare

venerdì 25 settembre 2015

Erick ft WinninHorse - Swing life away acoustic cover

MIGRANTI TEMA MUSICALE PIANO SOLO PRELUDIO ED IDEA INIZIALE eseguito da mimmo only

NON SONO UN PIANISTA. MA NEMMENO UN FORTISTA. LA LASCIO COSI' COME E' VENUTA, CON LE SUE SBAVATURE E  IMPERFEZIONI.

A ME PIACE. IL TEMA PRENDE CORPO.
E NELLA TERRA DEI CACHI ANDARE DI CORPO E' IMPORTANTE.
IL PROBLEMA E' L'ANIMA. MA MI SFORZO.

IL FINALE A QUALCUNO NON PIACERA'.
 MA UN GIORNO  LO SPIEGO.

SI ACCETTANO CONSIGLI, CRITICHE E PANETTONI A NATALE.


BUON ASCOLTO.




PER ASCOLTARE IL TEMA APRITE IL LINK SOTTO.

https://od.lk/f/MThfNTM4NDI1Xw



erick



erick quale natale (fra poco arriva)






https://youtu.be/wgNo47Gplx4


https://youtu.be/RVFM-Us0Kfc     CREDO CHE  (sia bravo)




aprite il link e guardate ascoltando.

FOTOSINTESI


giovedì 24 settembre 2015

COS'E' LA CIVILTA' : PUO' ESISTERE L'UOMO SENZA UMANITA'?

...si però questi migranti li trattiamo troppo bene - gli diamo 35 euro al giorno!   e poi non li vedi: hanno tutti uno smartphone di ultima generazione... e poi fanno schifo : sporcano dappertutto!

poveri noi! che pochezza! che ignoranti che fine! che civiltà! ma sopratutto che UMANITA'-

ma lo abbiamo capito o ancora forse non è chiaro che questa migrazione è il più grande esodo che si ricordi? e siamo appena all'inizio! lo vogliamo capire che tutte le parole che gli pseudopolitici dicono per strappare un applauso e qualche voto alla gente che non ha capito  il problema nella sua complessità sono inutili? oramai bisognerà convivere col fenomeno e cercare di adeguarci.

ma bugie no.

 i 35 euro al giorno vanno a chi li ospita e non ai migranti. (soldi che restano a strutture italiane = economia)

 uno smartphone è per un migrante l'unico contatto con un suo familiare che vaga per l'Europa. in un cammino lungo, difficile ed incerto.è una bussola da avere a qualunque costo. in effetti non posseggono nient'altro.

il fatto che sporchino non è una loro volontà ma è purtroppo una conseguenza  rispetto a come sono mal sistemati.

 di cosa stiamo parlando?

e ancora quando si dice: - "ma il problema bisogna risolverlo nel loro paese"... ma con chi vai a trattare se in molti di questi paesi c'è il caos... è vero, errori in passato ne sono stati fatti molti, si sono fatti errori di valutazione, - ma per la miopia di chi governa il mondo, non di chi subisce!

oggi bisogna affrontare la realtà : milioni di persone raggiungeranno l'Europa nei prossimi mesi. vado oltre. ammettiamo fosse un flusso "normale", persone in cerca di un futuro migliore, la nostra cultura fino a che punto non lo potrebbe permettere?

 ma la cosa che la gente non vuole capire è che i migranti sono il prodotto delle guerre che i paesi civili hanno finanziato, con la vendita della armi di cui l'Europa (l'Italia in primis) ha ottenuto enormi profitti, in termini di pil, (di cui noi cittadini "civili" abbiamo beneficiato, potendoci permettere una vita sicuramente accettabile) e, adesso, alla terradeicachi maniera, : prendiamoci sti pil.

dovremo imparare a convivere con questi fratelli. i governi dovranno trovare soldi e soluzioni. la germania,  così come ha nascosto il software falsificato  per le auto, facendo aumentare vendite e pil con una bugia,  se ne inventerà un'altra. l'italia non ne parliamo quante ne ha e quante se ne può ancora inventare!
 in un mio post precedente, quando affermo che il pil e l'economia sono tutta un'invenzione  ipocrita e illusoria, intendo che fin che parliamo di tenere a posto le carte e quindi quando si superano i parametri basta fare una legge che ne giustifichi lo sforamento, così quando si superano le spese basta modificare o peggio falsare i bilanci... faranno una legge che per ogni immigrato la bce possa stampare un tot di euro...  (è un'iperbole) - ne parleremo in un prossimo post.

  basta lamentele di gente ignorante.
 questi uomini che ci "invadono"sono un prodotto delle scelte miopi della CIVILTA' occidentale. (!!!!!!!!!!!!)

 ma adesso ci siamo dentro e per uscirne, dobbiamo dare un aiuto.

 che l'organizzazione dell'accoglienza non è adeguata rispetto ai numeri ne siamo tutti consapevoli. diversamente, cosa ci si può inventare se non uno slancio dal basso che coinvolga tutti noi?  anche solo smettendola di dire idiozie?

 i problemi delle periferie vengono fuori quando trascurate per troppo tempo hanno prodotto ghetti e zone quasi senza regole.

ma questi popoli non cercano periferia. cercano vita. cercano  dignità. cercano quella solidarietà che l'appartenenza alla razza umana pretende.

 ma davvero possiamo credere che queste persone vengano in Europa per delinquere? ci saranno certamente anche dei delinquenti, ma non più della media. queste persone sono UMANITA'.
senza la quale l'uomo non ha senso, come il mare senza l'acqua.





foglia che trema e non lascia ramo non c'è

tranne qualcuna

quando il maestrale annuncia
 pioggia d'autunno

il biacco trova riparo la rondine partenza

non resto a guardare chi non può volare
attraversare deserti
 cercando primavere

altrove






VESPE FANNO PRIMA COLAZIONE CON FARFALLA CAFFELATTE


mercoledì 23 settembre 2015

EQUINOZIO D'AUTUNNO





E Q U I N O Z I O 


OGGI LUCE E BUIO UGUALE


EQUINOZIO


SENTO PROFONDO SUGGERIRE

VIVI EQUILIBRIO

CHE META'
 DI ENTRAMBI

PARTORISCE CIELO

IO LI PRENDO
E LI DIVIDO ANCORA.









A U T U N N O 

LINEA INTERROMPERSI
DI COLORI

PRESTO PER LA VITA 
CHE FUGGE

LASCITI DI MEMORIA
OGGI E' GIORNO 
DI MUTAMENTI

MALINCONIA
TRISTEZZA
PENSIERO CONFUSO

DI AMICI
CHE SOFFRONO

MANCANZE

MI PERVADE

INTERVALLO



martedì 22 settembre 2015

OGGETTI E DESIDERI

L'oggetto, inventato per soddisfare un bisogno, appaga momentaneamente il desiderio inconscio del bambino, che è quello di chiedere più tempo e attenzione; cosa che purtroppo da tempo i genitori evoluti, occupati dal lavoro, la carriera, gli hobby, non danno ai propri figli.

e' questa la spiegazione del perchè un bambino, pur avendo tutto, è insoddisfatto e irascibile.

la famiglia intesa come momento educativo non esiste più. esistono gli oggetti.

sono deleghe. come lo è la scuola. lo è la tv.

 ma se la società ed il progresso pretendono che  le deleghe e non le responsabilità personali e l'amore siano a formare le coscienze del futuro, quindi l'imprinting  sui figli dai primi anni di vita, quello che ci aspetta è prevedibile.

i bambini hanno bisogno di tempo, esempio, armonia,  serenità tra genitori.

oggi non esiste.

io ritengo questo uno dei motivi fondamentali dell'assopirsi dell'intelligenza sensibile.

leggevo su un social dei commenti assurdi di giovani nostrani, che lamentavano poca attenzione verso loro problemi si rilevanti, ma rimandabili; e troppa attenzione verso questi poveri cristi che a milioni saranno i nuovi cittadini fratelli europei.

si è sicuramente spostato l'oggetto dell'intelligere.

pesce pietra riposa nel mar rosso

bambino in attesa di volare: gli basta un dito

giovane che ha passato troppo tempo a guardare la tv perde le ali

OMBRA DI LUCE




solo spazi chiari

occupa e la vedi

sguardi a pagamento

distrazioni

l'ombra di me stesso



vorrei



sempre a mezzogiorno

dritta su me

riempirmi

di luce




lunedì 21 settembre 2015

RELIGIONE E SCIENZA : il bene ed il male hanno forme d'onda diverse

come farà il Redentore alla fine dei tempi a giudicare i vivi ed i morti? la scienza a breve ci darà una risposta.
in questo articolo non c'è nulla di scientifico, ma solo una mia teoria, per far coincidere scienza e fede,  siccome credo in entrambe.

 la quadra tra quello che la religione cristiana predica, e la verità scientifica del mistero della vita eterna e della resurrezione dei morti, è un argomento  affascinante.
naturalmente c'è chi crede in un qualcosa dopo la morte, chi crede nel nulla... entrambe teorie accettabili, ed entrambe con argomentazioni filosoficamente valide.

 io ho un mio pensiero.

 quando Gesu' Cristo afferma "-io non sono di questo mondo-", intende appunto che è di un altro mondo.  Gesù è un extraterrestre. abitante in un altro pianeta. figlio di un Dio che in passato abitava la terra ed ora abita in qualche posto nell'universo. potrebbe essere.

 l'interrogativo più grande si pone quando parliamo di fine dei tempi e di chi si salverà e perchè, e  come farà il Redentore a capire chi si è comportato secondo i suoi dettami. il bene, il male, il pentimento.

la scienza sta studiando il meccanismo di invecchiamento cellulare e tra breve, grazie ad alcune scoperte sul genoma, si riuscirà ad ad invertire il processo e/o stabilizzarlo,  per cui l'individuo potenzialmente sarà programmato per vivere fino a 7-800 anni, rinverdendo il mito dei "matusalemme", uomini che in un lontano passato hanno già abitato il nostro pianeta, come documentato dagli scritti antichi di ogni religione.

erano semidei, con un genoma modificato, grazie a tecniche già usate in passato dagli abitanti della terra, e riuscivano a vivere molto a lungo.

secondo il mio pensiero, quando moriamo, ed il nostro corpo non esisterà più, la nostra essenza, il nostro spirito, esisterà ancora. esisterà sotto forma di onda quantica in giro nell'universo.

 ogni individuo, oltre al suo dna unico, emana delle onde.

quando un giorno la scienza riuscirà a captarle, identificarle, interpretarle, avremo capito il significato di "risurrezione dai morti" e di vita eterna.

le onde esistono sia in vita fisica, sia quando moriamo. ognuno di noi in questo momento emana delle onde. il nostro corpo non è altro che un involucro, lo spirito è l'onda, l'essenza.

 quando moriamo, il nostro involucro scomparirà. la nostra essenza vagherà per sempre nello spazio infinito in attesa di un altro involucro che il Redentore o il caso (su questo ho le idee confuse), se vorrà, ci assegnerà.

il Redentore avrà una macchina, non necessariamente grande, ma anche infinitamente piccola, magari un impianto sottocutaneo o in simbiosi col cervello,  capace di captare e decifrare tutte le onde esistenti.

 le onde sono l'essere. la coscienza. lo spirito.

ripeto : la resurrezione dei morti è l'onda immortale che anche adesso ognuno di noi sta espandendo nell'universo che viene captata, decifrata ed incapsulata in un involucro.

 per lo stesso meccanismo il Redentore saprà alla fine dei giorni chi si è comportato secondo i suoi dettami, quindi lo seguirà nel regno della vita eterna, e chi sarà dannato per sempre perchè si sarà comportato diversamente rispetto ai suoi ordini.

come farà a stabilire alla fine dei tempi chi si sarà comportato bene, chi no?
parlerà l'onda decodificata. per chiunque ci sarà, anche fisicamente, quando arriverà la fine dei tempi verrà fatta un' analisi energetica immediata ed in base al risultato collocato nell' Eden o negli inferi.

siccome il bene ed il male viaggiano su lunghezza d'onda diverse, ed il vissuto di ognuno rilascia sequenze per ogni comportamento, per il Redentore sarà un gioco da ragazzi stabilire chi si sarà comportato bene o male.

 e deciderà il da farsi.

 io ritengo che chi avrà rubato la marmellata verrà perdonato. per altre nefandezze sono pessimista.

per il pentimento sincero all'ultimo momento, verranno premiati i più veloci, se rimarrà posto.

che si creda o no, io mi metto al sicuro :  predicherò e mi sforzerò nel fare del bene, per non incorrere dopo nel   :" - ma io non avevo capito che i posti erano pochini-";

ma in primis perchè fare del bene mi fa stare meglio.


MIGRANTI TEMA PART 2

disturbo gli amici invitandoli ad ascoltare una bozza della seconda traccia dal tema "MIGRANTI" che sto componendo.
qua è il momento in cui, lasciato il mare, ci si mette in cammino con la speranza di trovare terre accoglienti. ma la realtà dei muri, recinti, filo spinato e  varie malvagità umane si sentono nel cupo suono del cello. c'è poi confusione, rassegnazione, stanchezza. ma anche un filo di speranza di un mondo migliore.
buon ascolto e scusate se la qualità è appena accettabile come pure l'esecuzione.

grazie ancora

per l'ascolto  COPIATE IL  LINK  SU UNA NUOVA SCHEDA.

https://od.lk/f/MThfNTM4NDE5Xw



DIDA A SCALIA : quando la ciutìa supera l'arte e la fantasia


domenica 20 settembre 2015

TROPO : META’ FORA, META’ DENTRO.

Il tropo con la erre, che senza lo sanno tutti. Ma con la erre sfido io, cosi’ su quattro zampe (due piedi) chi ne conosce il significato… 
giorni fa su fb un amico mi ha mandato una foto di un topo al varco.
 E’ tropo per un  topo andare a spasso al varco, senza autorizzazione dell’ufficio sicurezza!
Tropo bello per essere vero! 
Ma si sa, che quando il gatto non c’è, i topi piangono! E sì, piangono;   perché  voi  credete che i gatti moderni sono come quelli di una volta?
Oggi il gatto col topo fa l’accordo, non lo mangia più, magari lo tiene anche tra le fauci, ma per portarlo sui tetti quando è stanco, forse dopo lo fa morire ugualmente, magari spingendolo giù, ma il topo è convinto che è stata una disgrazia. (che gaz di gat!)
Il topo quindi piange la mancanza del gatto e può ballare, ma con passo lento, al massimo un fox, con una fox.
Ma la volpe, si sa, è furba!
Allora, all’insaputa del topo, si accorda col gatto e va a trovare Bennato che suona, canta, ma non porta mai la croce.
Bennato, con la simpatia che lo contraddistingue, prende il kazoo e lo mette…
 nel brano del gatto e la volpe.
Nel frattempo il topo è dovuto andare da Branduardi per farsi spiegare perchè dall’est aveva portato degli amici per farsi raccontare le favole e  perché il gatto non lo considerasse più, neanche per ballare!

Ma la risposta è stata amara, perché oramai la musica era finita,  e  chi c’è  stato stato a ballare, ha ballato; gli altri faranno i balli di gruppo in piazza a perciavutti.
Comunque peccato sia finita la musica, perché, onestamente, qua hanno ballato quasi tutti; anch’io che so solo suonare.  (anche il kazoo ma quello non si suona, si canta.)



ALTRA POESIA DI DOMENICA (O) MIMMO

FILI DI ARGENTO RADI
IMPORTANTI E STANCHI
AFFIEVOLISCONO VOGLIE
NEL TENTARE INVANO
ANNI LAVORO
ESPERIENZE E VUOTO
TROPPE INSISTENZE
NEL CAPIRE
L'UOMO

sabato 19 settembre 2015

POESIEDIDOMENICA (O) MIMMO




ARTIFICIO



pietre rotolano 
al mattino
e ciottoli diventano 
al tramonto
levigati all'onda 
che più s'abbatte 
più consuma

io a metà m'arrendo
al mare
non stanco di girare
acqua melma sassi
pesci abisso e spume

di desiderio morirò
pescando rime

pietra tagliente
alcuna morrà mai
trascinata sotto
poi ributtata 
a riva
il tempo lima

passano notti ai giorni
scorrono fiumi
ad addolcire l'acque

resto adesso in spiaggia
a caricare tubi 
che stanotte luna
brillerà di meno

spettacolo di uomo 
tuona e lampa
ed al suo tempo
meraviglioso sembra.

venerdì 18 settembre 2015

I COLORI MISTI DEL PERO'

ANTICA VARIETA' DI PERO

POESIEDIDOMENICA (O) MIMMO (eccezionalmente anche di sabato) titolo RIFLESSIONI RIFLESSE

OGGI SCIOPERO PERCHE' IERI MI SONO ARRABBIATO CON ME STESSO QUINDI ANCHE SE E' SABATO : P  O E S I A  (così impari)


Acque limpide
Luce  illumina
Fondali

Ciò che la mente tua
Nasconde
Il sogno vede

Blu e verde
Mescola trasparente

Riflessioni

In giorni tristi
Regalando
pace

Rombo di elica
Girando sotto

Rumore
galleggia
 In movimento

Sentimento
confuso e torbido

In volo sopra il blu

che lo traduce.

Pennellate di me che non so disegnare ma ho un sentimento uguale.

l'altra sera da casa mia il tramonto mi ha detto che è stanco. ma va avanti lo stesso.

giovedì 17 settembre 2015

IL RESTO DEL CARLONE economia è... - adeguamento al tasso di cambio- o ti cambio


sottotitolo: o mangio (attenzione io già cucino con l'economica) o faccio il bagno, o un bagno.


come si risolve un problema che non si vede ma c'è?

un mio amico ha tre figli ed una moglie saltuaria. lavora in bianco e nero e guadagna circa 800 euro al mese. non ha fatto il bagno (non al mare anzi è l'unico posto dove può farlo perchè a casa non ha il bagno. è qui il problema). quindi, dovendo fare il bagno, perchè con due figlie femmine che stanno crescendo è inopportuno lavarsi e fare i bisogni dove capita, in un eccesso di ottimismo perchè c'è una crescita dello 0,9 % decide di farsi fare 3 preventivi.

il primo preventivo da una ditta famosa. il secondo da un muratore che lavora per la ditta famosa. il terzo da uno sconosciuto. i tre preventivi sono molto diversi. tutti e tre giustificati con argomenti validi.
naturalmente il mio amico che è onesto e vuole (e deve) pagare,  sceglie quello meno oneroso, anche perchè non giustifica il preventivo della ditta famosa che per fare un bagno di 4 mq ha chiesto una cifra enorme, tre volte la cifra chiesta  dallo sconosciuto. il muratore che lavora per la ditta famosa sta nel mezzo ma è antipatico.

attenzione: su tutti e tre i preventivi c'erano le opzioni bianco, nero, bianconero.

rischiando, il mio amico affida i lavori allo sconosciuto che realizza il bagno, lavoro ben fatto, che si paga naturalmente in nero perchè altrimenti il mio amico il bagno non lo avrebbe potuto fare, perchè la maggiorazione sarebbe stata troppa,  ringrazia e torna al suo paese. (potrebbe anche essere un migrante).

voglio dire. il mio amico oggi ha un'esigenza. ce l'ha oggi. deve risolvere il problema. opta per la soluzione più vantaggiosa rischiando un po. gli va bene.

a parità di bagno : perchè tutta questa differenza tra i tre preventivi? non sarà per caso che in un mercato falsato tutti si debbano adeguare al falso? e poi, se il mio amico invece di guadagnare 800 euro al mese in bianconero potesse guadagnarne 3000 in bianco e il suo datore di lavoro messo nelle condizioni di poterlo sostenere, il problema sarebbe risolto? certamente! allora cosa ci vuole a fare una legge per adeguare gli stipendi e/o compensi minimi ad un livello più dignitoso per fare una vita normale? ma chi fa le leggi, lo sa che uno per pagare gli oneri non può mica andare a rubare? e poi, se per fare la pipì tutti sti casini, figuriamoci per fare la guerra!

signori il mondo è pazzo, ma è fatto da uomini, che fanno le cose alla carlona.
(p.s.. ma i soldi dove li troviamo? li cambi... che li' cambi, senò muori.)
E non fate gli spiritosi, lo so che si scrive campari, ma se lo faccio mi mbriaco.

3 LIMONI 3 EURO (e chi ti fa!) - oggi sarò un po scurrile ma mai scostumato come chi ci doveva difendere da noi stessi-

quindi i limoni devono venire dall'argentina perchè agli agricoltori italiani li pagavano a 10 centesimi al kg ed era antieconomico e hanno fatto convertire le colture a cachi quando è andata bene, fallire quando è andata male ed impiccare la gente quando è andata peggio...

capito perchè questa è la terra dei cachi?

 adesso che in italia non ce n'è quasi più, li paghiamo al resto del mondo ad un euro, quando va bene...

non parliamo dell'ultima barzelletta della xylella in puglia...

quindi ricapitolando agli agricoltori italiani a 50 centesimi no, agli argentini ad un euro si...

 vamba, quanti scienziati!!!

nella terra degli agrumi : no agrumi, nella terra del mare e delle coste: no depuratori che funzionano; nella terra dei musei a cielo aperto : pompei cade a pezzi, nella terra delle dop, doc, igp, igt, udc, pd, fi, sette o otto sindacati scusate gli ultimi tre o quattro sono estranei alla vicenda..........

 voglio dire ma di cosa stiamo ragionando?

 abbiamo svenduto il nostro bel culo (e si, signori, perchè se io decido di fare la puttana ma ho un bel culo se permetti il prezzo lo faccio io) a coloro i quali ci hanno fatto credere che oramai le puttane a breve fossero gratis per tutti, e noi ci abbiamo creduto!

nel frattempo invece le tariffe sono aumentate.

ma di cosa stiamo ragionando? ma quali sono i settori ed i lavori che l'italia per vocazione, cultura, territorio, può e deve fare? e come mai non si sviluppano? come mai tutti i media ci raccontano solo la cronaca e nessuno manda a cagare il potere? perchè finiscono le sovvenzioni studiate ad hoc per raccontare tutto ed il contrario di tutto?  un tale diveva : "-quissu è dirittu, caminàlu chiù chi ppoi, ca alla fini si stuffa-"
controllori e controllati cosa fanno? il controllore che non ne capisce controlla il controllato che ruba per un qualcosa che non serve... che paese! che cachi! e che cazzo!


poi vengono gli africani e manco ci vogliono stare!

che figura di merda, nella terra dei cachi.

NATURA MERAVIGLIOSA : POKER DI ALI BLU

A P P E N A    "S B R U C A T A"

DIDA A SCALIA quando la ciutìa supera l'arte e la fantasia

S U C A 

mercoledì 16 settembre 2015

ABBINA MENTI (giovani leggete di più e bevete di meno)

certamente non tutti. ma troppi giovani fanno abuso di alcol. e le menti abbinazzate non producono quel senso critico necessario. tutt'al più un senso di nausea. c'è bisogno di un colpo di reni che faccia risvegliare le coscienze. e bisogna essere lucidi.

basta con le deleghe. unitevi. fatevi sentire. ma con discorsi sensati. idee fattibili. altrimenti saranno sempre i vecchi a sopraffarvi. portate avanti un'idea sana. matura. che sposi ideali, ambiente, progresso, in una sintesi facile da capire e da attuare, che  sia parca di risorse, avara negli sprechi, sobria nell'aspetto.

 partite da quello che c'è di buono e potenziatelo.

 chiedete consiglio a persone operative e non a teorici dell'opportunismo.

 ad intellettuali con la vanga piuttosto che a scienziati con cinque lauree.

 impegnatevi, e dopo aver fatto vostri i consigli sbagliate pure, una volta e anche due, e che l'errore serva da stimolo per migliorarsi.

credeteci ancora, perchè è soltanto credendoci che la stellina sopra a sinistra della foto potrà aiutare tutti ma basta con gli eccessi, che servono solo a rendere ancora più ipocrita un mondo che lo è già abbastanza di suo.

e leggete di più, perchè  è della lettura che la mente si ubriaca, e molto spesso alticcia, parlando troppo, vi da le risposte che cercate.   

PRIMA DEL TEMPORALE

CASTROCUCCO DI MARATEA  ESTATE 2015

DIDA A SCALIA : quando la ciutìa supera l'arte e la fantasia


p.s.: le mie foto sono coperte da copyright. l'uso improprio non è consentito.

martedì 15 settembre 2015

QUANDO PREPARI I CAFFE', CAZZI AMARI (FALLI SENZA ZUCCHERO). quello che sembra è solo pixel. la verità è un'altra

La lingua mi affascina. anche le gengive e i denti. trovasi nello stesso antro. l'apparato boccale masticatorio e parlatorio.

anatomia. antropologia.

 da quando il mio amico fortunato (di nome) ma credo anche di fatto - perchè quel pizzico di fortuna nella vita ci vuole infatti lui grande architetto disegnatore vive a Firenze, ma anch'io  pur vivendo a mormanno mi ci sento con (e) fortunato, (con una c staccato ma a volte anche con due attaccato togliendo la e con parentesi- quando è così li sento da dietro (credo anche fortunato) che spingono ma  resistiamo) -
 ieri ha pubblicato la foto su fb del suo primo giorno di scuola, ed io non risultando in pixels sulla foto pur essendo stato  un suo compagno di classe;

 volendo affermare che mi abbia sabotato lo ritengo oramai fiorentino a tutti gli effetti; anche se gli affetti sono rimasti quasi tutti (affettati) qua nel parco del pollino.

 il ragionamento è complicato ma il professore era mario tedeschi.

i casi sono due: o talmente ero fotogenico (a dire il vero lo sono anche oggi) che il mio riflesso etereo non ha impressionato la pellicola, o mi ero nascosto sotto la cattedra o fortunato, essendo un abile disegnatore, con un colpo magistrale di gomma mi ha cancellato.

in verità sono entrato nel secondo tempo, per cui ( loro) sono fuori responsabilità fino a quella data, testimone la foto, per tutti quegli accadimenti di cui un giorno parleremo  che mi hanno portato alla ciutìa posseduta oggi.


un giorno, quando da piccoli giocavamo a casa sua a "paroliamo", lui, (fortunato) a dire il vero aiutato dalla buonanima del padre, che era alto, mi stupì portandomi a conoscenza di una delle parole più lunghe della lingua italiana (ecco giustificata l'altezza della buonanima di totonno) :
 si presentò alla fine del gioco leggiadro ed euforico come capitano con la parola:

PRECIPITEVOLISSIMEVOLMENTE.

anche la buonanima della nonna ebbe un sussulto di longevità e pur giocando coerentemente con noi, in quel momento venne sfiorata dal desiderio di cambiare squadra, ma  poi ringiovanendo rimase ancora dell'inter.  


da quel momento le parole mi affascinano. il loro uso. proprio, improprio, parlare facile, difficile, lingua dei segni, l'importante è farsi capire.

ma voi, onestamente, state capendo l'Europa (chi?)  che lingua parla?

(il) precipitevolissimevolmente, lo ascolteremo e capiremo (sentiremo) a breve da dietro.


alloro il gatto che guarda fa la gatta morta? (a fianco)

lungi, miranza.

IL POLITICO DEFINITIO "STATISTA", CHE NON RIESCE A PREVEDERE GLI SCENARI INTERNAZIONALI A MEDIO-LUNGO TERMINE, E CHE LASCIA AL CASO IL FUTURO, MEGLIO CHE FACCIA IL COMMENDATORE IN UNA TRASMISSIONE DELLA DURSO.
                                                       (mimmo sola in tempi non sospetti)
quando oramai il fuoco è troppo forte da poterlo spegnere da soli, bisogna per forza affidarsi alla pioggia

DIDA A SCALIA (quando la ciutìa supera l'arte e la fantasia) OCCHIO PER OCCHIO DENTE PER-DENTE ho perso un occhio

cane  di 150 anni scambia un occhio per un dente e cambia il proverbio: "occhio per-dente, almeno mangio."

lunedì 14 settembre 2015

PORTE IN FACCIA :L'ANTITESI DEL MERITO CREA IL MOSTRO

Non è tanto la quantità delle porte in faccia ricevute che formano una coscienza, ma la qualità si. dipende dal legno. ci sono legni più o meno duri. più o meno profumati, più o meno assorbenti. allora a volte potrebbe essere che una porta in faccia faccia piacere. alla faccia! facciamo un esempio. ci sono molte porte, ma anche molte facce. a vetro, a soffietto, basculanti, a scomparsa, a portafoglio, di bronzo, d'angelo, da schiaffi, di culo, alla faccia tua, faccia lei.

  poi c'è  la porta finestra, che la puoi chiudere ma se porta rispetto anche aprire con cautela, te la porti dietro se sei uscito e davanti se devi ancora entrare, semiaperta fa meno luce ma aprendola tutta entrano le mosche lo stesso come una porta normale, e allora giulia si copre perchè la pungono le zanzare.

ma  portiamoci sull'argomento.

 sono le porte giuste da aprire che fanno la differenza o è il merito in se che prima o poi bussa e lo si fa entrare perchè ce n'è di bisogno? ed è il merito che migliora la società o la qualità del legno della porta? e nel mondo al contrario perchè non si fanno porte tutte uguali di modo che uno se sa aprire entra se no riprova la prossima volta?

perchè le chiavi false sono duplicate facilmente dagli opportunisti e tanti giovani onesti e meritevoli non riescono ad emergere se non entrando da una porta-finestra dopo aver rotto il vetro col rischio di farsi male.

a questo punto non capisco il nesso tra studio-merito-porte.
ma capisco perchè Nessi ogni tanto esce dal lago.
si sente in gabbia.e se qualcuno la vede avrà paura. del mostro. di chi fa il suo dovere. di chi vuole uscire.
e adesso in gabbia ce ne sono troppi.

la porta in faccia serve se è di uguale legno peso e profumo.

altrimenti è un'altra perdita di tempo per sentirsi dire dal mondo  "però ci ha provato".